Da accompagnare a tante patate lesse o arrosto … buon appetito!

Ingredienti per 4 persone:

– 4 fusi di pollo disossati
– 4 cucchiai di senape
– 4 fette di pane in cassetta
– rosmarino q.b.
– salvia q.b.
– sale e pepe q.b.
– olio evo q.b.

Spalmate i fusi con la senape e lasciateli insaporire. Intanto preparate la panure tritando nel mixer le fette di pane con sale pepe ed erbe aromatiche.

Impanate i fusi con la panure e chiudeteli a fagottino.

Scaldate dell’olio in un padellone, rosolatevi i fusi e finitene la cottura in forno.

Un secondo saporito e, tutto sommato, anche veloce!




Ingredienti per 2 persone:

– 6 foglie di verza
– 1\4 di cipolla
– 300 gr di macinato di maiale
– 100 gr di provola affumicata
– sale e pepe q.b.
– pan grattato q.b.
– parmigiano reggiano grattugiato q.b.
– olio evo q.b.

Pulite e lavate le foglie di verza e privatele della parte finale della foglia, la costa più dura.
Sbollentatele in acqua finchè siano tenere: diventano quasi trasparenti.




Stufate la cipolla tritata finemente in poco olio evo, quindi aggiungete la carne trita e sgranatela bene schiacciando con una forchetta. Fate cuocere a puntino regolando di sale e di pepe.


Scolate le foglie di verza e mettetele a perdere l’acqua in più in un colino, quindi su un telo pulito.
Quando la carne sarà cotta, trasferitela in una terrina e fatela raffreddare.




Riducete la provola affumicata in cubettini ed aggiungetela alla carne fredda aggiungendo pan grattato fino ad ottenere un composto sodo abbastanza da formare delle polpettine.



Mettete una “polpetta” di impasto in ciascuna foglia di verza, arrotolate e chiudete l’involtino con stuzzicadenti o filo da cucina.

Disponeteli in una pirofila oleata, coprite con un filo d’olio e parmigiano grattugiato a volontà

Gratinate in forno a 180° fino a che si sia formata una leggerissima crosticina in superficie.

Un secondo a base di pesce, veloce, pratico e saporito?! coccodè … gallinella di mare per voi!

  • 1 filetto o 2 di gallinella a testa – dipende dalle dimensioni
  • pomodori pachino q.b.
  • carote q.b.
  • sedano q.b.
  • 1 cipolla rossa di Tropea 
  • olive nere – possibilmente di Gaeta – q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • timo q.b.
Accendete il forno a 170°.
Pulite tutte le verdure e affettatele. Accertatevi che il pesce sia privo di lische.
Preparate una base di carta alluminio e carta forno, un quadrato sopra l’altro, tenendo la carta forno all’interno.
Oliate leggermente e appoggiatevi il filetto di pesce con la pelle verso il fondo.
Ungetelo, salate, pepate e profumate col timo.
Aggiungete qualche bastoncino di carota, qualcuno di sedano, qualche fettina di cipolla, 5\6 olive denocciolate e 3\4 pomodorini tagliati in quarti. Oliate, salate e pepate. Chiudete bene il cartoccio ed infornate, in forno già caldo a 170°, per circa 15 minuti.
Aprite il cartoccio subito prima di servire o fatelo aprire al commensale stesso che potrà così essere inondato dal profumo che ne uscirà!
Buon appetito!!






Una cena veloce e simpatica? Avete delle costolette di maiale, vitello, agnello … e chi più ne ha più ne metta?!
Invece di grigliarle – anche perché fanno facilmente fumo! – 

procuratevi:

  • 1 costoletta a testa
  • pangrattato q.b.
  • nocciole tostate q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio evo q.b.



Nel mixer, tritate le nocciole insieme al pangrattato – calcolate 4-5 nocciole e circa 3 cucchiai di pangrattato per ciascuna costoletta – e impanatevi le costolette pressandole bene nel composto: per esperienza, non serve passarle prima nell’uovo, ma se volete fatelo pure.







Riscaldate un pò d’olio di oliva in un padellone e, quando è ben caldo, rosolatevi le costolette. Tenetele per circa 3\4 minuti da un lato prima di girarle.

Servitele con patate rosolate al rosmarino, un’insalatona, verdure a piacere.
Se volete sfruttare l’idea per un antipasto, procuratevi delle costolette di agnello e servitele calde calde accompagnate a tante bollicine!

Buona semplice e veloce … una cena perfetta quando tornate tardi dal lavoro e non avete né tempo né voglia di   ricette complesse e complicate.





Per due persone:

  • 3 zucchine medie
  • 1 porro
  • 4 uova
  • pancetta affumicata a dadini
  • sale
  • pepe
  • menta tritata, se vi piace
Niente di più semplice: affettate il porro e lavatelo molto bene sotto l’acqua corrente.
Mettete a scaldare un padellone: unico tegame che userete! Rosolate il porro in un filo d’olio evo, aggiungete le zucchine tagliate a rondelle o a cubetti (a rondelle si fa prima 😉 e rosolate anche queste. 

Attenzione al porro che, essendo pieno di zuccheri, scurisce facilmente






Salate, pepate e cuocete finché dorano un pò, ma lasciandole comunque un pò croccanti.









Intanto avrete sbattuto le uova con sale, pepe e menta tritata, se vi piace, in una terrina abbastanza capiente … e ora vi spiego il perché : a me piace mescolare gli ingredienti tutti insieme in una ciotola prima di rimetterli in padella perché così si mescolano per bene e la frittata sarà più uniforme.


Quindi, ungete di nuovo il padellone, sempre lo stesso, portate a temperatura e … fate la frittata 😉

Accompagnate a un’insalatona fresca fresca, magari con limone o aceto, che sgrassano il palato.


Per il topolino di rapanelli: pulite dei rapanelli, lavateli ma non privateli della radice … sarà la coda del topolino. Intagliate un bordo per inserirvi due fettine a mo’ di orecchie, due chiodi di garofano per gli occhi … et voilà, les jeux son fait!

Una ricettina di pesce veloce veloce ma buonissima e che vi risolve anche cene importanti … addirittura con notai ed avvocati 😉 il mio notaio di fiducia s’è leccato i baffi, che non ha!








  • Calcolate un filetto di spigola a testa – anche se dipende dalla “fame” dei commensali 😉
  • zucchine affettate qb – 1 \ 2 per filetto
  • erba cipollina
  • sale
  • pepe
  • olio evo 

Coprite la placca del forno o la teglia con la santa carta da forno!
Sapete che esiste la carta forno riutilizzabile? la trovate nei negozi che vendono prodotti per catering, ristoranti etc. Costa pochi centesimi al foglio e la buttate dopo averla usata 8\10 volte!!

Ungete con un buon filo d’olio e appoggiate i filetti di pesce sulla carta col lato della pelle a contatto.

Cospargete di olio, erba cipollina, sale e poco pepe, se vi piace.

Ricoprite con fettine di zucchine leggermente sovrapposte a mo’ di scaglie di pesce, appunto.

Salate e pepate anche le zucchine e ungete con olio.

Via in forno a 180° per 10\15 minuti … il pesce diventerà bianco e le zucchine un pò rosolate ma devono restare comunque croccanti.


Un buon bicchiere di vino bianco freddo, un fresco contorno di verdure o patate e … Buon appetito!!


Lo stesso piatto è ottimo anche con i filetti di orata…provare per credere!