pecan pie #consapienza

Innanzitutto cosa è la pecan pie? Si tratta di una pie -una sorta di crostata, talvolta coperta- di origini statunitensi fatta con le noci pecan.

Non l’ho mai mangiata ma mi ha sempre attirato l’idea. Poi durante un viaggio, catturata dai morsi della fame dopo aver girato a piedi tutto il centro di Firenze, musei e monumenti, mi sono catapultata in un bar dal cui banco iperfornito facevano capolino anche delle tartellette ripiene di frutta secca che ho trovato deliziose!

Ovviamente non ho la ricetta del bar e ho improvvisato sulla falsa riga della pecan. Provate con me!

Procuratevi:

  • 300 gr pasta frolla –seguite pure la mia ricetta 
  • 250 gr di miele
  • 70 gr di zucchero di canna
  • 30 gr di burro fuso freddo
  • 200 gr di frutta secca mista (mandorle con la buccia, nocciole, noci, pinoli…)
  • 3 uova medie
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di rum

Foderate degli stampini monodose imburrati e infarinati con la frolla e tenete in frigo.

preparare il ripieno al miele

Preparate il ripieno: sbattete le uova facendole schiumare insieme allo zucchero, unite il miele e sbattete bene. Unite anche il burro, il rum ed il sale. Aggiungete la frutta secca.

infornare le pie ripiene

Disponete un cucchiaio o due in ciascun stampino a seconda della dimensione. Ponete il tutto sulla leccarda del forno ed infornate in forno già caldo a 175° per circa 40 minuti.

Rimarranno morbide e voluttuose all’interno, croccanti all’esterno.

Buonissime per colazione, per un brunch o un tè in una serata in cui salterete la cena o cenerete tardi.

Ovviamente potete preparare anche una torta unica.

torta di mele e yogurt

Torno al mio amato blog dopo un po’ e provo a farmi perdonare con questa torta di mele, soffice, golosa ma naturalmente e senza esagerazioni. La torta per eccellenza, quella che fai in poco tempo e ti scalda il cuore altrettanto in fretta.

Non esitiamo e via! Per una teglia a cerniera di circa 22cm di diametro (se è più piccola o di poco più grande nessun problema vi occorreranno:

  • 180 gr di farina integrale
  • 2 dl di yogurt bianco magro
  • 3 uova medie
  • 100 gr di zucchero di canna + 1 cucchiaio
  • cannella q.b.
  • 2 mele pink lady o golden o 3 mele annurche (o le mele che vi sono avanzate in fruttiera!)
  • 1 limone o 1 arancia
  • 8 gr di lievito per dolci (1\2 bustina)
  • vaniglia pura (facoltativo)
  • 1 pizzico di sale
  • burro o olio e farina per la tortiera

Innanzitutto fate ciò che mamma mi faceva fare sempre prima di tutto: imburrate ed infarinate lo stampo, giusto un velo leggero evitando che si formi uno strato spesso e “papocchioso” altrimenti il dolce non si staccherà! Non so voi ma è un’operazione che ho sempre odiato fare! Eh si mamma! L’ho detto!

Comunque, fatto ciò, accendete il forno a 180° modalità statica. Quindi grattugiate la scorza del limone o dell’arancia e tenetela da parte, affettate le mele e spruzzatele col succo di 1\2 agrume scelto.

preparare l'impasto

A questo punto sbattete bene le uova intere con lo zucchero, aggiungete lo yogurt, la cannella a piacere, la vaniglia se vi va, un pizzico di sale e la scorza prelevata.

Unite questo composto alla farina unita al lievito aggiungendolo poco a poco e stemperando.

Attenzione! Ho detto volutamente che il composto liquido va aggiunto pian piano a quello solido, non il contrario. Così eviterete i grumi.

Versate il composto pronto nello stampo, disponetevi le fette di mela a raggiera e spolverate con il cucchiaio di zucchero in più.

mettere le mele a giro

Infornate per circa 35 o 40 minuti oppure fino a colorazione. Fate la prova stecchino, anche se questa torta di mele rimarrà comunque un po’ morbida e umida.

Servitela con una golosa tazza di tè alla mela o con un roobois aromatizzato magari alla cannella. Chissà se la mia amica Tania sarebbe d’accordo 😉 glielo chiederò.

gelato cannella e zenzero

Amo il gelato! Amo il #gelato artigianale, quello buono, cremoso, fatto con ingredienti di qualità. Mangerei solo gelato, fosse possibile!

Per soddisfare le improvvise voglie, piuttosto che spedire il mio maritozzo in giro a cercar coni e coppette, preferisco tenere la gelatiera sempre pronta e far da me. Sono sempre alla ricerca di ricette veloci e questa l’ho provata dopo averla vista realizzare a Casa Alice, il programma di #AliceTv che spesso seguo, l’ho personalizzata secondo i miei gusti et voilà!

Si tratta di un gelato alla cannella molto semplice e veloce da realizzare, anche senza macchina per il gelato.

La rifacciamo insieme? Procuratevi:

  • 600 gr di latte fresco intero
  • 40\50 gr di cannella in polvere
  • 10 gr di zenzero in polvere
  • 100 gr di panna fresca – crema di latte
  • 2 tuorli o, meglio, 40 gr di tuorlo pastorizzato
  • 250 gr di zucchero – io ho usato quello di canna
  • vaniglia pura

mescolare latte zucchero uova e aromi

La signora Pasqualetti in trasmissione faceva mescolare tutto insieme, a freddo…io ho mescolato a fuoco bassissimo per sciogliere bene lo zucchero e “cuocere” un po’ le uova…non si sa mai! Ma se avete i tuorli già pastorizzati o li volete pastorizzare con sciroppo di zucchero a 121°, potete poi mescolare tutto a freddo.

in freezer mescolare ogni mezz'ora

Versate il preparato in una ciotola da mettere in freezer e mescolate ogni mezz’ora con una frusta per almeno 5 ore. Verrà un po’ granuloso ma se vi piace la cannella lo adorerete!!!

Se avete la macchina per il gelato, verrà più cremoso ma vi consiglio di prepararlo e mangiarlo subito, non lo rimettete in freezer perché diventa duro.

Decorate con pezzetti di zenzero candito ed accompagnatelo con delle Sfogliatine dolci o con biscotti a vostro piacere oppure con croccanti dolci meringhe. Un ciuffo di panna fresca se vi va con un tocco di cannella macinata.

Un goloso plum cake con tè verde e ciliegie da gustare a colazione o all’ora del the.

plum cake tè verde e ciliegie

Estate, periodo di ciliegie dolci e succose, una tira l’altra e noi le usiamo per arricchire un semplice plum cake da gustare a colazione o all’ora del tè.

Segnate la ricetta base: potrete personalizzarla in tanti modi diversi…in fondo vi darò qualche idea.

Intanto, per questa variante vi occorreranno:

  • 180 gr di burro 
  • 180 gr di zucchero di canna
  • 180 gr di farina
  • 3 uova medie
  • 8 gr di lievito per dolci (mezza bustina)
  • un pizzico di sale
  • 3 gr di tè verde Kokeicha (un cucchiaino raso)
  • 250 gr di ciliegie fresche

Per la preparazione potete lavorare a mano o con le fruste elettriche.

sbattere a crema burro e zucchero

Iniziate montando a crema il burro morbido con lo zucchero -potete usare anche lo zucchero semolato- quindi unite un uovo per volta: lasciate assorbire bene ben il primo uovo per unire l’altro.

Con l’ultimo uovo unite anche la polvere di tè che avrete ottenuto macinando finemente le foglioline. Mescolate molto bene quindi unite la farina setacciata assieme al lievito ed al sale.

aggiungere le ciliegie all'impasto

Amalgamate ed aggiungete le ciliegie denocciolate e tagliate in quarti.

Versate il composto in uno stampo da plum cake imburrato ed infarinato. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 35\40 minuti. Fate la prova stecchino e lasciate freddare su una gratella da pasticceria.

Potete, come dicevo all’inizio del post, usare la ricetta base (burro, zucchero, uova, farina e lievito) per ottenere dei plum cake semplici oppure altre varianti:

  • Per un plum cake più light: sostituite il burro con olio di semi di mais
  • per un plumcake goloso: aggiungete 100 gr di gocce di cioccolato
  • per un “black” plumcake: sostituite 40 gr di farina con altrettanto cacao
  • per un plumcake ricco di fibre: sostituite la farina 00 con farina integrale
  • ovviamente potete utilizzare altri tipi di frutti freschi: albicocche, pesche, ananas, prugne
  • Utilizzate della frutta candita o uvetta ammollata nel rum per un plum cake più classico
  • l’ingrediente migliore? La vostra fantasia! Divertitevi!
  • Se i plumcakes sono la vostra passione provate quello al mandarino 

crepes pere e cioccolato

Un classico intramontabile! Chi non ha mai mangiato una crepes ponga rimedio subito con queste crepes pere e cioccolato #conSapienza!

Ingredienti per 2 persone:

  • 125 ml di latte intero
  • 1 uovo
  • 60 gr di farina di farro – ma potete utilizzare ovviamente la farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pera abate bella soda
  • 1 cucchiaio di zucchero 
  • 1 cucchiaio di grappa o passito
  • composta o marmellata di pere
  • 50 gr di cioccolato fondente al 70%
  • 25 ml di panna fresca

preparare_crepes

Innanzitutto preparate le crepes seguendo la ricetta che vi ho indicato ora ed il procedimento al link.

caramellare le pere

Intanto che le crepes freddano, preparate la finitura: sbucciate la pera, privatela del torsolo e tagliatela in pezzetti regolari, quindi mettetela in padella con lo zucchero. Quando lo zucchero inizierà a sciogliersi mescolate bene quindi sfumate col liquore scelto e fatelo evaporare. Lasciate caramellare.

A questo punto preparate la salsa di cioccolato: tritate il cioccolato fondente e ponetelo in una ciotola, portate la panna ad ebollizione e versatela sul cioccolato. Aspettate una trentina di secondi quindi mescolate vigorosamente finchè il cioccolato sarà sciolto e la salsa bella omogenea e lucida.

Farcite ciascuna crepes con uno o due cucchiai di composta di pere o marmellata, ripiegatela a fazzoletto, coprite con le pere caramellate e la salsa di cioccolato. Servite le crepes pere e cioccolato così o con del gelato fiordilatte o alla vaniglia pura oppure alla cannella. Perfette per concludere una cena per due o anche per un brunch.

Se preparate le mie crepes di farro con carciofi e stracchino, fatene avanzare 2 senza farcia, congelatele e potrete prepararle poi per il brunch domenicale.

IDEA #conSapienza in più:

composta di pere

Se volete preparare anche la composta di pere, sbucciate 2 pere abate, tagliatele in tocchetti e mettetele in un pentolino con un terzo del loro peso in zucchero, meglio se di canna. Fate cuocere, frullate col mixer ad immersione e chiudete in uno o più vasetti sterilizzati che poi mettere in forno a 130° per 10\12 minuti. Conservate in luogo fresco ed asciutto e una volta aperti in frigo. Potete aggiungere cannella, scorza di limone etc. ma se la lasciate “neutra” potrete accostarla a diverse preparazioni.

Biscottoni da inzuppare nel latte

Oggi all’#EXPO2015 si celebra la “Festa del Latte”. Per l’intera giornata ci saranno degustazioni, momenti di approfondimento e musica. Lo scopo? Coinvolgere i visitatori alla scoperta di questo alimento e delle sue proprietà nutritive…indossate abiti di colore bianco e potrete accedere a iniziative speciali!

E visto questo avvenimento #FestaDelLatte #MilkFesta mi è venuta voglia dei biscotti semplici semplici, di quelli che si mangiavano da piccoli, dei biscottoni da inzuppare nel latte appunto!

Li facciamo in quattro e quattro otto, li conserviamo in un barattolo a chiusura ermetica o in una scatola di latte e vedrete che colazioni!!

Per una montagnola di biscotti, vi occorreranno:

  • 750 gr. di farina 00 
  • 200 gr. di zucchero
  • 150 gr. di burro
  • 4 uova
  • 250 ml di latte
  • 1 cucchiaio di ammoniaca per dolci
  • liquore a piacere
  • vaniglia o scorza di limone\arancio
  • 1 albume o poco latte + zucchero di canna (facoltativo)

Niente di più semplice: impastate tutto insieme e fate riposare dieci minuti.

tagliare i biscottoni

Quindi Stendete la pasta col mattarello ad uno spessore di 3 millimetri e ritagliate le forme che preferite. Io ho ricavato dei rettangoli, più o meno regolari.

Disponeteli sulla placca coperta con carta da forno, spennellate con albume o latte e ricoprite di granelli di zucchero.

Infornate a 180° fino a che saranno dorati, circa 15 minuti.

Fate freddare su una gratella per pasticceria e serviteli a colazione con tanto latte ed un bel tazzone colorato: la giornata inizierà col piede giusto!

torta_integrale_miele_fruttidibosco

Questa torta integrale al miele e yogurt, leggera e golosa, mi è stata ispirata da una ragazza -mia omonima- con la quale ho contatti tramite il mio account instagram e che è una patita fan di croissant integrali con frutti di bosco.

Si tratta di una variante più golosa del plum cake light allo yogurt che ho già pubblicato…vedrete:

Ingredienti per una tortiera a ciambella di 28 – 30 cm di diametro:

  • 4 uova
  • 250 ml di yogurt
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 50 gr di miele millefiori o di arancia
  • 250 gr di farina integrale
  • 1 bustina di lievito per dolci -16 gr-
  • 1 pizzico di sale
  • 150 gr di confettura di frutti di bosco

impasto_torta_integrale_miele_fruttidibosco

Montate i tuorli con lo zucchero, meglio se con le fruste. Unite poi il miele. Amalgamate bene ed aggiungete lo yogurt.

impastare_torta_integrale_miele_fruttidibosco

In una ciotola unite la farina, il lievito ed il sale a cui aggiungerete il composto di uova e yogurt.

Mescolate bene e infine unite gli albumi montati a neve.

farcire_torta_integrale_miele_fruttidibosco

Versate l’impasto nella teglia imburrata ed infarinata e farcite con la confettura lasciando cadere qua e là dei cucchiaini di confettura.

Infornate a 180° per circa 25-30 minuti. Fate la prova stecco di legno.

Fate freddare su una gratella e servite cosparsa di zucchero a velo.

Dedicata a Fede <3

cupcakes_cioccolato_latte_fragola

Pasqua è ormai sinonimo di cioccolato: uova, gallinelle, ovetti più o meno grandi, colombe farcite etc.

Soprattutto le mamme sanno quanto cioccolato avanzi dalle tante, tantissime uova pasquali che i piccoli ricevono: ecco un modo goloso #consapienza per recuperarne un po’ e preparare una colazione o merenda sana e genuina ai bimbi … e ai grandi.

Prepariamo dei velocissimi cupacakes al cioccolato al latte -che è quello che avanza in maggior quantità- e, visto che la materia prima la prendiamo dall’uovo di Pasqua, li facciamo con sorpresa!

Ingredienti:

  • 200 gr di cioccolato al latte
  • 100 gr di burro
  • 150 gr di zucchero di canna
  • 5 uova
  • 100 gr di farina 00
  • 8 gr di lievito per dolci (mezza bustina)
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • fragoloni freschi o fragoline di bosco q.b. 
  • Panna montata q.b.

sciogliere_cioccolato

Innanzitutto spezzettate il cioccolato e mettetelo a fondere a bagnomaria. Potete farlo anche al microonde ma rischiate facilmente di bruciarlo. Ovviamente potete utilizzare anche il cioccolato in tavolette.

Sbattete a crema il burro morbido -non sciolto- e lo zucchero, anche semolato se preferite.

separare_tuorli_albumi

Separate i tuorli dagli albumi. Se la procedura vi sembra complessa o ogni volta rompete il tuorlo, fate così: sgusciate tutte le uova insieme in una bacinella, lavate bene le mani, prelevate i tuorli uno ad uno con le dita, rilavate bene le mani. Eviterete di rompere il tuorlo e compromettere l’operazione “albumi a neve”. Oppure usate i separa-uovo in commercio.

sbattere_zucchero_burro_uova

Aggiungete un tuorlo per volta alla crema di burro e sbattete ancora, meglio se con le fruste elettriche o la planetaria.

unire_cioccolato_fuso

Quindi aggiungete al composto il cioccolato sciolto e mescolate molto bene. Aggiungete la farina setacciata insieme a lievito e sale e amalgamate bene. Quindi, in ultimo, aggiungete gli albumi che avrete montato a neve non troppo ferma.

inserire_fragola_nellImpasto

Disponete i pirottini sulla placca del forno -abbiate cura che siano abbastanza alti in modo da poter inserire la sorpresa di fragola- riempiteli per metà di composto, inseritevi un pezzetto di fragolone di grandezza adeguata o una fragolina di bosco e ricoprite con poco impasto.

Infornate in forno già caldo a 170° per circa 15 – 20 minuti. Fate la prova stecchino prima.

Fate freddare bene su una gratella e sormontate i dolcetti con panna montata. Io ho usato una ganache montata di cioccolato bianco.

Ovviamente potete omettere le fragole e lo zenzero, soprattutto per i più piccini, ed anche la panna e terminare con solo zucchero a velo o cacao.

Ovviamente potete fare una torta unica, in una tortiera di 24 cm di diametro circa imburrata ed infarinata.

Per gli intolleranti al glutine, sostituite la farina 00 con farina di riso ed utilizzate prodotti consentiti -cioccolato e lievito.

 

crostata_limone_meringhe

Per concludere degnamente il pranzo di Pasqua non può mancare un dolce goloso e fresco, che sappia di primavera.

Vi propongo questa crostata di limone, perfetta anche per il picnic di Pasquetta.

La preparazione è un po’ lunga perché bisogna preparare 3 basi -tra cui il famoso lemon curd-  ma non è difficile!

Vi do gli ingredienti per una torta di circa 32 cm di diametro.

Per il lemon curd -cremoso al limone- (Ricetta del Maestro Maurizio Santin)

  • 250 gr di burro
  • 250 gr di zucchero semolato
  • 5 uova
  • 3 limoni

Per la pasta frolla:

  • seguite le indicazioni del mio post cliccando qui

Per la crema pasticcera:

  • seguite le indicazioni che vi do nella ricetta del pasticciotto leccese o la vostra ricetta usuale.

Per decorare :

  • 1 limone
  • zucchero
  • meringhe già pronte

Preparate le frolla e tenetela in frigo a freddare fino all’uso.

Approntate un bagnomaria freddo mettendo in una bacinella di acciaio acqua, ghiaccio e sale (se non avete il ghiaccio andrà bene una tavoletta refrigerante di quelle che si usano nelle borse termiche).

curd_limone

Preparate il lemon curd mescolando in un tegame le 5 uova precedentemente sbattute assieme allo zucchero ed al burro in pezzetti. Mettete il tutto a fuoco bassissimo e dopo poco unite il succo e la scorza dei 3 limoni, solo la parte gialla.

freddare_curd_limone

Cuocete fino a che la crema si addensi bene, quindi passatela attraverso un colino all’interno di una bacinella di acciaio che porrete nel bagnomaria freddo.

Mescolate il cremoso fino a che sia completamente freddato. Conservate in frigo con pellicola per alimenti a contatto per massimo 3 giorni.

Preparate la crema pasticcera secondo ricetta e procedimento.

cuocere_frolla_in_bianco

Al momento di preparare la torta, foderate lo stampo con carta forno, almeno sul fondo, dopo averlo imburrato. Stendete la frolla allo spessore di 3 o 4 millimetri e foderatevi lo stampo per bene, schiacciando il bordo interno perché aderisca. Pareggiate i bordi e ricoprite l’interno con carta forno. Riempite la cavità con dei pesi -che siano ceci secchi, fagioli o sfere di ceramica apposite- e cuocete a 180° per 10 minuti “in bianco”.

cuocere_crostata

Intanto mescolate le due creme. Una volta terminata la prima cottura del guscio, fate freddare per 5 minuti e riempitelo di crema. Infornate per altri 20 minuti almeno, fino a che la crema si sia raddensata bene.

Preparate la finitura: affettate sottilmente il limone, ponete le fette in un pentolino con pari peso di zucchero -basteranno anche solo tre fette- e portate sul fuoco, basso. Fate sciogliere lo zucchero e bollire fino a che siano ben sciroppate e caramellate. Se serve all’inizio potete aggiungere poca acqua o succo di limone.

Sbriciolate le meringhe.

Sfornate la torta e lasciatela freddare nello stampo. trasferitela su un piatto di servizio, decorate con le fettine di limone preparate e i ciottolini di meringa.

Buona Pasqua #conSapienza!

Non perdetevi oggi la mia ricetta sulla rubrica Chef on the road…un suggerimento per Pasquetta!

Brioche_di_Pasqua

Oggi faccio uno strappo al blog e pubblico di sabato! Si perché voglio proporvi una treccia dolce di Pasqua che però potrete preparare anche per la colazione di domani, Domenica delle Palme, ed aprire così la Settimana Santa.

Io ve la consiglio perché facile facile, bella da presentare e, perché no, anche da regalare…un foglio di cellophane trasparente per alimenti, un bel nastro di raso verde mela, poca rafia naturale ed il gioco è fatto!

Intanto vi indico gli ingredienti e poi vi spiegherò anche come realizzare i fiori di pasta di zucchero per decorarla.

Per l’impasto:

  • 250 gr di farina 00
  • 7 gr di lievito di birra
  • 40 gr di zucchero semolato
  • 25 gr di burro
  • 1 uovo
  • 60 gr di latte intero
  • 1 pizzico di sale

Per la farcia:

  • 25 gr di burro
  • 30 gr di zucchero di canna
  • cannella q.b.

Per la decorazione e la finitura:

  • pasta di zucchero bianca o rosa e verde
  • colorante alimentare in polvere rosso
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 4 cucchiai di acqua

impasto brioche

Innanzitutto sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido con un cucchiaio di zucchero e lasciatelo un po’ riposare. Quindi impastate insieme tutti gli ingredienti aggiungendo il latte con il lievito. Impastate molto bene fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, quindi mettetelo a lievitare nel forno spento con la luce accesa per almeno 40 minuti.

creare_fiori_pasta_zucchero

Intanto preparate le decorazioni di pasta di zucchero. Se disponete di stampi di silicone adatti, con fiori, foglie o altri elementi simili, utilizzateli pure. Altrimenti vi basteranno delle forbici da cucina, uno stuzzicadenti ed un pennellino.

Create una pallina di pasta di zucchero e rotolatela tra le palme delle mani, come in foto, per ottenere una goccia. Tagliate la sommità in 4 “petali, quindi schiacciateli con lo stuzzicadenti rotolandolo per aprire il petalo.

Arrotolate un pochino il petalo in alto per dargli una forma più aggraziata e spolverate i petali col pennello sporco di colore. Scaricate però il pennellino su carta da cucina altrimenti il colore sarà troppo intenso. Rifinite con una piccolissima pallina di pasta per fare il centro del fiore. Lasciate asciugare. Per le foglie, fate delle gocce come spiegato, schiacciatele e, con lo stuzzicadenti, praticate delle incisioni leggere per simulare le venature.

Quando l’impasto sarà lievitato, stendetelo sulla spianatoia con l’aiuto del mattarello fino ad ottenere un rettangolo di circa 55 cm per 40 di lato. Intanto accendete il forno a 200°, statico, acceso sia sopra sia sotto.

tagliare brioche

Dividete il rettangolo in 3 strisce il più possibile uguali (di circa 12 cm di lato per 55) e ricopritele con la farcia ottenuta mescolando burro, zucchero di canna e cannella a piacere.

arrotolare_brioche

Distribuite bene la farcia, inumidite i bordi perimetrali delle strisce e arrotolatele su se stesse. Pinzate il bordo per chiudere bene la giuntura: otterrete un cordone che sarà anche decorativo.

intrecciare_brioche

Disponete poi i tre salsicciotti davanti a voi ed iniziate ad intrecciarli unendo bene sia la sommità che la parte finale.

Imburrate una teglia -va bene quella del forno- e ricopritela di carta forno. Al centro ponete un coppapasta o un piccolo stampo tondo -io ne ho usato uno da 10 cm di diametro- e disponete la corona di treccia tutto intorno. Assicuratevi che lo stampo o il coppapasta sia ben imburrato!

cuocere_brioche

Chiudete bene la giuntura della corona ed infornate per circa 25 minuti: fate la prova dello stecco! Se inizia a colorire troppo in superficie, spegnete la parte di sopra del forno.

Una volta cotta, fatela freddare su una gratella per pasticceria: spostatela con tutta la carta forno altrimenti rischierete di romperla perché sarà molto soffice e fragile.

Preparate la glassatura sciogliendo acqua e zucchero sul fuoco. Pennelate la corona e fatela freddare prima di decorarla coi fiori e le foglie.

lucidare_brioche

Ovviamente, potete acquistare decorazioni di zucchero già pronte o riempire il centro della corona con ovetti di cioccolato o uova di cioccolato confettate di colori pastello … potete mettere un bel fiocco … usarla come centrotavola…sbizzarritevi!