Un piatto che si presenta elegante e sofisticato, per far bella figura anche in pranzi importanti, ma semplicissimo nella preparazione! … e anche leggero, che non guasta 🙂






Per 2 persone vi serviranno:

  • 200 gr. di riso venere
  • una ventina di gamberi
  • 3 zucchine grandi
  • sale
  • poco curry
  • prezzemolo fresco


Mettete a bollire il riso in abbondante acqua salata … ci vorranno circa 40 minuti e resterà comunque al dente.


Tagliate le zucchine a cubetti (tenendo da parte 4 fettine tagliate dal lato lungo).

Tagliate in cubetti anche 16 gamberi .


Tritate finemente il prezzemolo conservando qualche ciuffetto carino per la finitura del piatto.

Grigliate le “fettine” di zucchine velocemente su una piastra rovente.

Saltate le zucchine ridotte in cubetti in padella con olio, salate dopo un pò e aggiungete un pizzico di curry e una spolverata di prezzemolo.


Aggiungete i gamberi tritati alle zucchine e fateli saltare giusto 30 secondi perché si insaporiscano ma non cuoceteli di più.







Scolate il riso, aggiungetelo nel padellone e saltate tutto per altri 30 secondi.




Con un coppapasta (o con una cocotte) formate un disco di riso al centro del piatto, avvolgetelo con le fettine di zucchina grigliate e decorate con le code di gamberi intere – che intanto avrete saltato nel padellone rimasto vuoto: ci vogliono giusto quei secondi che impiegate ad impiattare – e con il prezzemolo.

Non dimenticate di salare le code di gamberi intere!! 😉

Cosa c’è di più buono del formaggio … fermi fermi … si lo so: tante cose!! E’ vero … ma oggi mi andava un buon piatto di cavatelli freschi ai formaggi, non necessariamente 4! 😉
A seconda della fame dei commensali (e del grado di golosità) prendete:
  • 200\250 gr di cavatelli ( per due persone ce la facciamo?? 😉
  • 125 gr di stracchino allo yoghurt – gli dà un buono sprint acido – ma anche quello classico va bene
  • 50 gr circa di parmigiano grattugiato
  • 50 gr di pecorino – io avevo un ottimo pecorese crotonese – sempre grattugiato
  • poca panna fresca – non quella da cucina, proprio quella che si trova nel banco frigo vicino al latte
  • sale per la pasta
  • nocciole tritate – o noci –
  • pepe pepe pepe macinato fresco
  • poca salvia

Grattugiate i formaggi a pasta dura, sciogliete lo stracchino nella panna con poca salvia e pepe, intanto che la pasta cuoce.
Essendo pasta fresca potete fare davvero tutto in contemporanea.

Scolate la pasta al dente
Versatela nel padellone con la salsa di formaggi, unite i grattugiati e poche nocciole tritate, pepe e rimestate finché la salsa non ha tirato ed è diventata cremosa cremosa cremosa.

Impiattate subito, ben caldo, decorate con altre nocciole tritate e pepate ancora un pò!
Et voilà … les jeux son fait!!

Una ricettina di pesce veloce veloce ma buonissima e che vi risolve anche cene importanti … addirittura con notai ed avvocati 😉 il mio notaio di fiducia s’è leccato i baffi, che non ha!








  • Calcolate un filetto di spigola a testa – anche se dipende dalla “fame” dei commensali 😉
  • zucchine affettate qb – 1 \ 2 per filetto
  • erba cipollina
  • sale
  • pepe
  • olio evo 

Coprite la placca del forno o la teglia con la santa carta da forno!
Sapete che esiste la carta forno riutilizzabile? la trovate nei negozi che vendono prodotti per catering, ristoranti etc. Costa pochi centesimi al foglio e la buttate dopo averla usata 8\10 volte!!

Ungete con un buon filo d’olio e appoggiate i filetti di pesce sulla carta col lato della pelle a contatto.

Cospargete di olio, erba cipollina, sale e poco pepe, se vi piace.

Ricoprite con fettine di zucchine leggermente sovrapposte a mo’ di scaglie di pesce, appunto.

Salate e pepate anche le zucchine e ungete con olio.

Via in forno a 180° per 10\15 minuti … il pesce diventerà bianco e le zucchine un pò rosolate ma devono restare comunque croccanti.


Un buon bicchiere di vino bianco freddo, un fresco contorno di verdure o patate e … Buon appetito!!


Lo stesso piatto è ottimo anche con i filetti di orata…provare per credere!