Mousse di cioccolato e panna

Pasqua è sinonimo di colomba ed uovo di cioccolata, pastiera di grano, cassata e taralli dolci, dolci semplici o complessi dal sapore antico e inconfondibile. Visto che il cioccolato impera in tutte le sue forme, io vi propongo questa mousse al cioccolato e panna, un dessert che potrete servire sia a Pasqua sia a Pasquetta, decorato in modo da ricordare la primavera ed i suoi colori, mette allegria solo a guardarlo.

Gli ingredienti che vi occorrono:

Per la mousse – ricetta del Maestro Santin

– 250 gr di cioccolato fondente al 55%

– 200 gr di panna fresca liquida

– 150 gr di panna fresca a semi-montata

– fragoloni

– 150 gr di cioccolato bianco

– colorante alimentare arancio

– biscotti al cioccolato o avanzi di torta di cioccolato

– pasta di zucchero verde facoltativa

Prepariamo la mousse: tritate il cioccolato fondente e ponetelo in una ciotola. Portate ad ebollizione la panna liquida, versate la sul cioccolato tritato e miscelate con una spatola compiendo dei movimenti rotatori dal centro del composto, amalgamando per bene la ganache. Unitevi la panna semi-montata con movimenti decisi ma gentili, dal basso verso l’alto.

Porzionate la mousse di cioccolato in contenitori mono porzione, se userete dei piccoli cocci riproporrete l’idea del vasetto, e mettete in frigo.

Prepariamo la finitura: lavate bene ed asciugare le fragole. Se volete potete tenere il picciolo oppure sostituirlo con delle foglioline in pasta di zucchero.

Sciogliete il cioccolato bianco a bagnomaria, coloratelo di arancio -meglio se il colorante è liposolubile- ed intingetevi le fragole, fatele rassodare in frigo.

Sbriciolate grossolanamente i biscotti o la torta al cioccolato e finite i “vasetti” golosi cospargendo la mousse di cioccolato con le briciole ed un fragolone per parte.

Buon goloso picnic #consapienza!

 

Risotto asparagi, vaniglia e burrata

Cari Amici #conSapienza torno al mio blog con questo risotto asparagi, vaniglia e burrata che ho visto preparare su Alice Club da un giovane ma validissimo Chef, del Pavese, che ho subito provato e vi ripropongo come proposta Pasquale!

Le tradizioni sono tante, diverse ed importantissime: sono la base, lo zoccolo duro della nostra cucina, ciò che la rendono inimitabile! Perciò, quando abbiamo voglia di novità, ci possiamo permettere di azzardare, creare, innovare, tanto o poco.

Gli ingredienti che vi occorreranno per 4 persone sono:

– 280 gr di riso, Carnaroli (io talvolta uso il superfino arborio, magari invecchiato)

– una noce di burro e olio extravergine

– uno scalogno piccolo

– una bacca di vaniglia

– un mazzo di asparagi

– una burrata

– brodo vegetale q.b. (circa 1 litro dovrebbe bastare)

Pulite e mondate gli asparagi, tagliatelle a tocchetti e lessateli in acqua bollente salata velocemente, raffreddarli in acqua e ghiaccio e tenerli da parte.

Tritate lo scalogno finemente, ponetelo  in un tegame basso e largo con burro e poco olio. Soffriggete per qualche secondo poi tostate il riso.

Preparate il risotto come al solito, aggiungendo i semini di metà bacca di vaniglia e, a cottura quasi ultimata gli asparagi, tenendo qualche punta da parte.

Finite con la stracciatella interna alla burrata e buon appetito!