uova strapazzate

E’ sabato mattina, vi alzate tardi, non avete impegni e volete prendere la vita con calma, senza correre. Almeno oggi.

Vi serve un buon brunch!

Preparate un buon cappuccino o caffelatte, del pane tostato integrale ricco di fibre -così almeno vi svegliate da dentro- una fetta di crostata o qualche biscotto si ma…sono le 11! Poi chi pranza!? Niente paura: preparate anche delle uova strapazzate #consapienza. Salterete volentieri il pranzo.

Di certo avrete in casa:

  • uova
  • panna fresca o latte intero
  • sale e pepe q.b.
  • olio evo o burro q.b.

Innanzitutto calcolate non più di due uova a persona -dose massima settimanale a testa!

sbattete le uova con la panna

Sbattetele in una ciotola con un paio di cucchiai di panna fresca -meglio- o latte, salate e pepate.

strapazzate le uova in padella

Fate scaldare una padella con poco olio o burro e versatevi le uova facendole rapprendere. A mano a mano che addensano rompetele con una paletta, strapazzatele, tenendole il più possibile cremose. Servitele calde con pane tostato e magari porri e speck rosolati insieme o -se volete esagerare- formaggio grattugiato in scaglie, tipo leerdammer o asiago…godurioso!

Volendo un tocco glam e “affumicato” potete omettere il sale in cottura e salare con sale nero di Cipro o sale affumicato.

Buon brunch e buon weekend!

Share Button