Un dolce di Carnevale, tipico della Campania, che viene fatto in modi diversi…il libro sulla pasticceria della Campania ne indica tre. Io ve lo propongo come mi è stato richiesto dalla mia amica Carmen, a cui lo dedico 😉 semplice, basso, con tanti “passolini”!
E’ un dolce molto semplice, fatto con il semolino, ma che spesso viene arricchito con l’aggiunta di ricotta fresca e racchiuso in un guscio di frolla, soprattutto a Napoli … somigliante di più ad una sfogliatella frolla, così!
Ingredienti:
– 170 gr di semolino
– 700 gr di acqua
– 2 uova intere ed un tuorlo
– 150 gr di latte
– 100 gr di zucchero
– scorza grattugiata di 1 limone
– vaniglia o estratto di fiori d’arancio
– sale q.b.
– zucchero a velo q.b.
– burro q.b.
– farina q.b.
– uva passa e scorza d’arancia candita facoltativi a piacere

Mettete a bollire l’acqua con un pizzico di sale e, quando sarà a bollore, versatevi il semolino a pioggia, mescolando. Fatelo cuocere per un minuto almeno mescolando.

Trasferite il tutto in una ciotola e unite lo zucchero, le uova una per volta, facendole assorbire prima di aggiungere il successivo, gli aromi e per ultimo il latte.
Vi prego … non usate la vanillina!! Se volete un profumo vero, usate la vaniglia in bacche: le trovate anche nei grandi supermercati, in provette di vetro…non mi fate innervosire il Black Chef Santin ;-P keep calm and don’t use vanillina!!!

Se volete potete arricchire il dolce con uvetta passa e cubetti di arancia candita, magari ammorbiditi prima in acqua, sciacquati e strizzati e poi in poco rum. Non ammollate solo nel rum, perchè l’uvetta va “lavata” comunque.
Imburrate ed infarinate uno stampo per dolci rotondo e basso, versatevi il composto ed infornate a 180° per circa un’ora. Enjoy!

Share Button